Somme versate in conto corrente: le ragioni del professionista!

Somme versate
Somme versate

Somme versate in conto corrente: le ragioni del professionista!

 

La Commissioneb Tributaria Regionnale Sardegna con decisione n.56 depositata il 25 gennaio 2018, ha respinto il ricorso della locale Agenzia della Entrate che aveva considerato i versamenti del profssionista sul conto corrente quale frutto di prestazioni non fatturate da parte del professionista. Posizione questa, non suffragata da alcuna prova o riscontro di sorta bensì una prsunzione semplice.

L’esame della documentazione fa ritenere plausibile quanto dichiarato dal professionista, ovvero che si trattava di somme relative a prestazioni professionali già fatturate, relative a periodi pregressi, conservate in cassaforte e versate in banca a proprio piacimento, mentre è un mero sospetto non suffragato da alcun  elemento, ritenere che la differenza tra la somma versata in banca e i compensi fatturati nel periodo considerato sia costituita da compensi professionali superiori a quelli registrati è dichiarati, percepiti in nero.

Pantalone è stato condannato anche a pagare le spese di giustizia quantificate in 700 euro!

Commenta per primo

Lascia un commento