ANTIRICICLAGGIO: Apertura cassetto fiscale con verifica di clientela

Un dottore commercialista non associato predispone per conto di un cliente privato (senza partita Iva) unicamente la dichiarazione dei redditi e i conteggi Imu-Tasi. Mi risulta che sono adempimenti unicamente di carattere fiscale, per i quali non vi è l’obbligo di procedere all’adeguata verifica della clientela e all’iscrizione nel registro…...

Questo contenuto è riservato solo agli abbonati fai login o accedi 15 giorni gratis