Commercialista: mediazione pericolosa!

Mediazioni pericolose
Mediazioni pericolose

Commercialista: mediazione pericolosa!

 

Un commercialista, forte dei suoi buoni rapporti con al Guardia di finanza, svolge una funzione di “mediazione” con un suo cliente, oggetto di una verifica fiscale da parte dell’organo ispettivo della Polizia tributaria, per una somma indebitamente detratta nell’imponibile dichiarato per effetto dell’annotazione di fatture per operazioni inesistenti.

Il consulente, ricorre avverso il provvedimento in epigrafe, con il Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Napoli gli ha applicato la pena su sua richiesta in relazione al reato di cui agli artt. 81, comma secondo, 110, 319 e 321 cod. pen., per avere, quale commercialista, intermediato – per conto e nell’interesse del proprio cliente Francesco Truda – il versamento da parte di quest’ultimo della somma di 4.000,00 euro a due appartenenti della Guardia di Finanza, ai fini del compimento di atti contrari ai doveri d’ufficio nella redazione del processo verbale di constatazione nel corso della verifica fiscale sulla società di proprietà del signor T…. , che essi stavano effettuando presso lo studio professionale dell’imputato.

Con la sentenza della Sesta Sezione della suprema Corte di Cassazione n.23602/2020 sono state respinte le doglianze argomentate dal ricorrente, con motivazioni contenute e illustrate nella stessa pronuncia.

Morale della vicenda

Il professionista non deve mai porsi nella condizione di proporre e/o mediare una condotta illecita contemplata e punita dal nostro ordinamento giuridico, finalizzata, nel caso in specie, ad un episodio di corruzione.

Nello specifico, quando il commercialista, “sfruttando o vantando relazioni esistenti o asserite” con un funzionario pubblico “indebitamente fa dare o promettere, a sé o ad altri, denaro od altra utilità come prezzo della propria mediazione illecita” “ovvero per remunerarlo in relazione all’esercizio delle sue funzioni o dei suoi poteri”.

 

Commenta per primo

Lascia un commento