CONTROVERSIE LEGALI: Immobili comprati all’asta, l’ “Ape” non è necessario

Controversie
Controversie
Print Friendly, PDF & Email

CONTROVERSIE  LEGALI: Immobili comprati all’asta, l’ “Ape” non è necessario

In caso di acquisto di un immobile privo di certificazione Ape tramite asta fallimentare, chiedo se tale vendita sia legale oppure se, per la mancanza di questo documento, si possa incorrere in sanzioni.

  1. T. – PADOVA

R I S P O S T A

Il Consiglio nazionale del Notariato, in un proprio studio – il numero 263 del 2014 – ha escluso, nel caso di vendita forzate definite con decreto di trasferimento in ambito giudiziale, l’obbligo di consegna all’aggiudicatario – acquirente dell’attestato di prestazione energetica (Ape).

La conclusione dei notai deriva da considerazioni di carattere letterale sull’articolo 6 del Dlgs 192/2005. inoltre – si rileva sempre nello studio – anche a non voler escludere l’obbligo di dotazione e consegna dell’attestato nella vendita forzata, all’eventuale violazione non sarebbero comunque applicabili le sanzioni previste.

DAL  “IL SOLE 24 ORE”  DEL  15  GENNAIO  2018

Commenta per primo

Lascia un commento