CONTROVERSIE LEGALI: Pignoramento, come cancellare la trascrizione

2 min di lettura
Print Friendly, PDF & Email

A
seguito di un atto giudiziale del 1994 da parte di una banca, mi è stato
pignorato un terreno agricolo. Nel 2014, prima della scadenza, mi è stato
notificato il rinnovo del pignoramento. A oggi, pur essendo trascorsi più di 20
anni, il terreno non è stato messo all’asta, né è stato venduto, e io mi trovo
a essere proprietaria di questo terreno pignorato, la cui situazione è
bloccata, in quanto non lo posso affittare né vendere.

Che
posso fare? Posso chiedere l’estinzione del pignoramento? A chi devo rivolgere
la domanda?

T. S.
– CATANIA

R I S P O S T A

La legge 69 del 2009 ha riformato gli
articoli 2668-bis ter del Codice civile, statuendo, in sostanza, che la trascrizione
del pignoramento immobiliare conserva il suo effetto per venti anni dalla sua
data e che tale effetto cessa se la trascrizione non è rinnovata prima che
scada questo termine. Detto questo, l’ordinamento prevede diverse evoluzioni
del processo esecutivo, che possono condurre alla cancellazione della
trascrizione del pignoramento immobiliare. La cancellazione della trascrizione
può conseguire all’esito naturale dell’espropriazione immobiliare, con il
trasferimento del bene espropriato al soggetto che se lo è aggiudicato, oppure
può derivare da iniziative del debitore esecutato, quali l’opposizione
all’esecuzione o l’opposizione agli esecutivi, così come da iniziative promosse
dal terzo che risulti pregiudicato dall’espropriazione del bene. La cancellazione
della trascrizione consegue, poi, automaticamente all’estinzione del processo
esecutivo, che si verifichi per rinuncia o inattività delle parti a norma
dell’articolo 629 e seguenti del Codice di procedura civile. In tutti i casi,
comunque, è necessario l’intervento di un giudice adito dal debitore esecutato.

DAL”IL SOLE 24 ORE” DEL 29FEBBRAIO 2016

giovannifalcone

GIOVANNI FALCONE
CONSULENTE D’IMPRESA
"ESPERTO ANTIRICICLAGGIO”

Post precendente

DISTANZE DALLE COSTRUZIONI: Usucapione dopo 20 anni

Prossimo post

TUTELA DEL CONSUMATORE: Bollette gas, luce e acqua, prescrizione in cinque anni

Ultimi per