DENARO CONTANTE: Si al frazionamento se c’è un accordo

         Un imprenditore ha avviato la procedura di recupero crediti nei confronti di un debitore per un credito pari a 2.200 euro, Iva compresa. Il debitore, che non ha un conto in banca o in posta, propone in pagamento in contanti a 200 euro al mese. Il creditore potrà accettare…...

Questo contenuto è riservato solo agli abbonati fai login o accedi 15 giorni gratis