FATTURE FALSE: La fattura troppo generica prova l’operazione inesistente

Le irregolarità nelle fatture, quali una descrizione troppo generica e la doppia numerazione, sono una prova sufficiente al fisco per contestare una falsa fatturazione. Lo ha stabilito la Corte di cassazione che, con la sentenza n. 12246 del 19 maggio 2010, ha respinto il terzo motivo del ricorso presentato da…...

Questo contenuto è riservato solo agli abbonati fai login o accedi 15 giorni gratis