Governatore Liguria e lotta alla burocrazia: Sospendere per due anni codice appalti e certificazione antimafia!

4 min di lettura
Governatore Liguria Giovanni Toti
Governatore Liguria Giovanni Toti
Print Friendly, PDF & Email
Governatore Liguria e lotta alla burocrazia: Sospendere per due anni codice appalti e certificazione antimafia!
Il Governatore della Liguria Giovanni Totiha proposto di sospendere per almeno due anni il codice degli appalti e certificazione antimafia.
“Bisogna spazzare via, una volta per tutte, la burocrazia. Bisogna far ripartire i cantieri. E allora dico via codice degli appalti, via gare europee, via controlli paesaggistici, via certificati antimafia, via tutto. Almeno per due anni. Ci sono gruppi affidabili e lavori da fare: io dico ‘partano subito’. Serve un modello di ricostruzione post bellico”.
Ovviamente, com’era prevedibile, l’intervento ha sollevato un vespaio di polemiche, soprattutto da parte di quelli che la mafia l’hanno sempre combattuta a tavolino e che Leonardo Sciascia (1921/1989), noto scrittore e drammaturgo siciliano, usava chiamarli come “I professionisti dell’antimafia”.
A tutti questi soloni che hanno frapposto una levata di scudi alla proposta totiana, dico che abolire taluni adempimenti di carattere preventivo finalizzati ad assicurare la legalità, non significa rinunciare ai controlli, ma si tratta di scrivere bene i capitolati degli appalti pubblici e rinviare l’azione di controllo ex post, ad opera conclusa, limitandosi a prendere ed accettare l’autocertificazione di buona condotta dell’appaltatore o sub appaltatore.
La ricostruzione del Ponte Morandi di Genova o la realizzazione dell’Expo di Milano ad opera di due commissari all’uopo individuati ha consentito di realizzare grandi opere pubbliche a tempo di record. Mi riferisco, rispettivamente al Primo cittadino Bucci nel capoluogo ligure e Sala nel capoluogo lombardo, con la cui esperienza si è dimostrato la fattibilità di tale percorso di semplificazione.
In ambo i casi, sono state realizzate due opere faraoniche che, in tempi normali, invece di un anno, avrebbero impiegato non meno di quindici anni.
Battere la pandemia
Per parlare di questi temi nell’attuale contingenza che stiamo attraversando, voglio mutuare una bellissima frase di un filosofo tedesco di cui ora mi sfugge il nome che era solito ripetere “l’economia è il nostro destino”.
In epoca di pandemia e di gravissima emergenza sanitaria, questa frase assume un significato ancora più forte, laddove vediamo centinaia di migliaia di aziende che muoiono o che non hanno la forza di riaprire a causa dei continui lockdown – blocco delle attività produttive – che hanno determinato i magazzini pieni (invenduto) e casse vuote (assenza di liquidità).
In questa fase, come del resto già si sta facendo con la recente nomina di 29 commissari per la realizzazione di 59 grandi opere, corrispondente ad un impegno di spesa da tempo finanziato di 83 miliardi di euro, bisogna superare talune procedure accelerando al massimo il criterio e la procedura di spesa sposando in pieno l’idea del famoso “debito buono” indicato dal nostro Premier Draghi.
A dirla tutta, dobbiamo anche aggiungere che trattasi di una opzione obbligata alla quale non possiamo sottrarci, laddove si considera che il programma del Recovery fund prevede delle condizionalità riguardanti non solo la qualità degli interventi per le opere da realizzare, ma anche i tempi di esecuzione.
Mai come oggi possiamo dire che “il tempo è denaro” anzi ancora meglio: il tempo è vita o in qualche caso possiamo anche aggiungere che può diventare una speranza in più per sopravvivere!
Post precendente

Antiriciclaggio & quadro sanzionatorio: appuntamento periodico per passare alla cassa!

Prossimo post

Bankit: Tavola rotonda sul finanziamento della neutralità del carbonio

Ultimi per

Bankit: Elenco Partecipanti al capitale

Bankit: Elenco Partecipanti al capitale Elenco partecipanti al capitale della Banca d’Italia https://www.bancaditalia.it/chi-siamo/funzioni-governance/partecipanti-capitale/Partecipanti.pdf?pk_campaign=EmailAlertBdi&pk_kwd=it =======================================