Informazioni fornite errate: commercialista salvo!

Informazioni
Informazioni
Print Friendly, PDF & Email

Informazioni fornite errate: commercialista salvo!

 

Tre commercialisti associati venivano citati in giudizio da un contribuente che ne chiedeva la condanna al risarcimento del danno asseritamente derivato dall’accertamento dei tributi omessi  e relative sanzioni irrogate dell’ente impositore.

La sentenza del Giudice di pace di Taranto n.5091/1/2018 depositata lo scorso 8 febbraio ha respinto il ricorso.

In sostanza si è detto che non vi è inadempienza professionale e quindi responsabilità del commercialista per omessi versamenti di imposta da parte del cliente, <<se l’errata elaborazione degli importi dichiarati come dovuti è determinata sulla base dei dati forniti dallo stesso>>.

Chi è causa del suo male pianga se stesso e non se la prenda con gli altri e men che mai con il commercialista!

 

Commenta per primo

Lascia un commento