Candidati PD primarie primavera
Candidati PD primarie primavera

La politica in vetrina: PD, lo stato dell’arte delle Primarie di primavera!

6 min di lettura
La politica in vetrina: PD, lo stato dell’arte delle Primarie di primavera!     Dopo le grandissime aspettative della esperienza renziana alla guida del Partito democratico dove non si capiva bene la linea fra una minoranza al 15% e una maggioranza al 70%, credere in questo istituto, le Primarie, certamente innovativo e democratico diventa sempre più difficile. Normalmente, in tutte le democrazie, proprio per meglio differenziarsi dalle dittature del secolo passato quando, obbligatoriamente, si decideva all’unanimità e il dissenso era bandito anche nella fantasia, la maggioranza avrebbe dovuto decidere la linea del nostro Partito che ho avuto la fortuna di seguire ed apprezzare soprattutto ed in concomitanza con l’ascesa di Matteo Renzi. Dico dovrebbe, ma nella realtà abbiamo visto che non è stato così laddove, un Segretario eletto con il 70% dei consensi è stato continuamente deriso ed osteggiato dalla classe dirigente, quella storica, quella che vegeta in Parlamento da una trentina di anni e che non ha alcuna intenzione di abdicare, passare la mano o dedicarsi ad altro. La stessa classe dirigente che è vissuta a “Pane & Partito”, della quale non si ricorda alcuna pregevole iniziativa, abituati ad aprire tavoli e parlare, parlare, parlare e, alla fine, non
Utenti collegati esistenti
   
Nuova Registrazione Utente
Really Simple CAPTCHA is not enabled
*Campo obbligatorio
Powered by WP-Members
Post precendente

La politica in vetrina: Brexit, lezione di vita!

Prossimo post

La politica in vetrina: Primarie PD, lavori in corso!

Ultimi per

Newsletter dal 15 al 21 febbraio 2021

Antiriciclaggio Donazione familiare infruttifera: Finanziamento dell’attività economica! Donazione familiare infruttifera: Finanziamento dell’attività economica! Una ditta individuale