LA POLITICA IN VETRINA: il miracolo dell’unità a sinistra!

La politica in vetrina
LA POLITICA IN VETRINA: il miracolo dell’unità a sinistra!   “Disastro della natura!”   C’è qualcuno nel Partito democratico che ancora oggi crede e spera che l’unità del centro sinistra sia una strada da perseguire ad ogni costo, non solo per vincere superando la soglia fatidica del 40%, ma addirittura per governare. Sono persone che hanno memoria corta a cui certamente non interessa il bene del sistema Italia, ma semplicemente tirare a campare, vegetando, come ci hanno abituati negli ultimi trent’anni, al netto della esperienza renziana che, per fortuna è appena iniziata. Sono persone abituate ad aprire tavoli e parlare, parlare, parlare nella vana possibilità di raggiungere l’unanimità – al netto di continue e sistematiche scissioni – e, laddove non si trova l’accordo (99 volte su cento), rinviare sine die: la politica della irresponsabilità e del tirare a campare che è sempre meglio che tirare le cuoia, diceva il mitico e defunto Giulio Andreotti. A questi soloni dell’unità a tempo perso, vorrei sommessamente ricordare: • Quando vediamo l’entrata in campo di Giuliano Pisapia, accolto come un messia da chi è scappato dal partito democratico perché ostile alla linea della propria maggioranza; • Quando vediamo lo stesso Pisapia, incerto fino all’ultimo