MUTUO BANCARIO: benefici al titolare che è anche proprietario

MUTUO BANCARIO

MUTUO BANCARIO: benefici al titolare che è anche proprietario

Marito e moglie contraggono un mutuo ipotecario per l’acquisto dell’abitazione principale. Il mutuo risulta quindi cointestato, mentre l’abitazione è stata acquistata interamente dalla moglie, che è fiscalmente a carico del marito.

Può il marito scaricare gli interessi passivi del mutuo a lui intestati? E quelli della moglie?

  1. V. – VITERBO

R I S P O S T A

La risposta è negativa. La detrazione degli interessi passivi relativi all’acquisto dell’abitazione principale richiede – tra l’altro – il concomitante presupposto, in capo al contribuente, della titolarità del contratto di mutuo e della proprietà (anche per quota parte) dell’abitazione stessa (lettera b, articolo 15, del Tuir, Dpr 917/1986).

Nel caso in esame, il marito difetta di quest’ultima condizione; pertanto, gli è preluso del tutto il beneficio fiscale relativo al mutuo, a nulla rilevando il fatto che la moglie (proprietaria esclusiva dell’immobile) sia fiscalmente a suo carico.

DAL  “IL SOLE 24 ORE”  DEL  4  SETTEMBRE  2017

Commenta per primo

Lascia un commento