OMESSA IDENTIFICAZIONE: E’ sempre reato

Affinché si possa configurare il reato di omessa identificazione del cliente ai sensi dell’articolo 55 del D.Lgs. n.231/2007 è sufficiente il dolo generico, ovverosia la consapevolezza di violare la norma di legge, anche se manca qualsiasi accordo delittuoso. Sarà quindi sempre applicabile la multa da 2.600 a 13.000 euro, anche…...

Questo contenuto è riservato solo agli abbonati fai login o accedi 15 giorni gratis