/

OPERAZIONI INESISTENTI: Onere della prova!!

3 min di lettura

Recupero di Iva, in seguito ad accertamento, per fatture inesistenti, a chi spetta l’onere della prova? A seguito di p.v.c., redatto sulla base della verifica fiscale svolta dalla Guardia di Finanza, l’Agenzia delle entrate notificava ad una società un avviso di accertamento per il recupero a tassazione dell’Iva detratta, in quanto afferente ad operazioni ritenute soggettivamente inesistenti, trattandosi di società c.d. cartiere interposte. In sostanza, la contribuente avrebbe assolto in rivalsa e poi detratto l’Iva…

Questo contenuto è riservato agli abbonati....

Sei interessato a questo contenuto?

Ti regalo 10 giorni completamente gratis

giovannifalcone

GIOVANNI FALCONE
CONSULENTE D’IMPRESA
"ESPERTO ANTIRICICLAGGIO”

Post precendente

IMPOSTA DI REGISTRO: I termini per registrare il comodato verbale

Prossimo post

ACCERTAMENTO/CONTENZIOSO: Accesso a sedi di Onlus senza l’ok della procura

Ultimi per