Perdite non riportabili: non c’è reato!

Perdite
Perdite

Perdite non riportabili: non c’è reato!   Con una interessante sentenza dell’altro ieri della Suprema corte di cassazione (4383 del 30 gennaio 2018) si è detto che l’uso di perdite non riportabili non costituisce una condotta penalmente rilevante e questo anche se si supera la soglia della “Dichiarazione infedele” di...

Questo contenuto è riservato solo agli abbonati fai il login O Iscriviti