RISCATTO & CONTRIBUTO ESTERO: Il ricercatore “recupera” gli anni americani

Mio
figlio – che in questo momento sta lavorando in Spagna in una università, come
ricercatore – ha fatto un dottorato in Florida dal 2006 al 2012, dove ha dei
contributi versati.

Adesso
vuole riscattarli: come fare?

E. G.– REGGIO CALABRIA

R I S P O S T A

Esistono
convenzioni stipulate fra gli Stati Uniti d’America e la Spagna con l’Inps, ai
fini di consentire non il riscatto, bensì la totalizzazione in Italia dei
periodi di lavoro svolti in questi Paesi. Il ricercatore potrà valutare,
qualora abbia una posizione contributiva aperta in Italia, la facoltà di
chiedere la totalizzazione (ovvero il riconoscimento ai fini del computo
dell’anzianità contributiva) di quei periodi lavorati all’estero.

DAL”IL SOLE 24 ORE” DEL 23NOVEMBRE 2015