RISCHI PROFESSIONALI: Dare dell’ignorante a un alunno è reato

Rischia grosso il professore che insulta i suoi studenti. L’insegnante che apostrofa l’alunno chiamandolo “ignorante e presuntuoso” può essere condannato per ingiuria.

Lo ha stabilito la Corte di cassazione nella sentenza 23693 di oggi, respingendo il ricorso di una professoressa accusata di ingiuria aggravata per aver apostrofato un suo studente con la frase “non sei una persona perbene, sei un presuntuoso e un ignorante”, dopo che lui aveva chiesto chiarimenti sull’esito di un’interrogazione. L’insegnante sottolineava che la sua era stata una risposta ai comportamenti apertamente ostili dell’alunno, richiedendo quindi l’esimente della provocazione. In realtà il giovane, secondo le testimonianze, si era limitato, in qualità di rappresentante di classe a “criticare – correttamente e pacatamente- la condotta dell\’insegnante, contestandole una non coerente interpretazione del concetto di trasparenza nelle sue valutazioni, non comunicando a un discepolo, con la richiesta tempestività, l\’esito della prova orale”. La ricostruzione dei giudici di merito non è stata smentita dalla Suprema Corte, che ha confermato la condanna della donna.