Statistica - Quaderno n. 1 del 2021
Statistica - Quaderno n. 1 del 2021

UIF: Statistica Sos del 2° semestre 2020

5 min di lettura
Print Friendly, PDF & Email

UIF: Statistica Sos del 2° semestre 2020 

 

 

Ormai è un rito, un appuntamento semestrale attraverso il quale, l’Organismo centrale di vigilanza in materia di lotta al riciclaggio di denaro sporco (Uif), comunica ed aggiorna lo stato dell’arte della collaborazione attiva di tutti i soggetti obbligati.

E’ un documento ricco di particolari, dove, come di consueto, vengono enfatizzati, a mio avviso oltre misura, la crescita delle segnalazioni di operazioni sospette in confronto allo stesso periodo dell’anno precedente.

In questa puntata di inizio anno 2021, l’incremento è stato del 10,3% in raffronto allo stesso periodo del 2° semestre dell’anno 2019.

Perché dico oltre misura?

Perché in occasioni della specie, bisognerebbe evidenziare anche i punti di debolezza dell’intero dispositivo di contrasto al riciclaggio di denaro sporco, con l’intento di porre rimedio per meglio rassicurare l’enorme platea di soggetti obbligati a tutti gli adempimenti prescritti, introducendo un  clima di serenità smarrita da tempo.

Provvedimenti sanzionatori Banca d’Italia

Solo per fare qualche esempio, bisognerebbe spiegare meglio la natura dei rilievi in occasione della diffusione dei Bollettini di guerra diffusi con i “Provvedimenti sanzionatori” della Banca d’Italia.

Mi riferisco, in particolare, ai ciclostili con i quali vengono diffusi i citati provvedimenti sanzionatori emessi dall’Organismo centrale di vigilanza verso gli intermediari ispezionati, dove si capisco due cose:

  • Le carenze nell’adempimento degli obblighi di adeguata verifica, di profilatura e di collaborazione attiva (artt. 17, 18, 19, 24, 25, 35, 36 e 62 del d.lgs. 231/2007, come modificato dal d.lgs. 90/2017);
  • L’importo della sanzione amministrativa, spesso a diversi zeri, parlando ahimè di milioni di euro.

In queste circostanze, come ho più volte lamentato, ci sarebbe bisogno di maggiore chiarezza nella tipologia e natura delle violazioni riscontrate, onde consentire a tutti gli altri di trarre utili spunti di riflessione per regolarizzare la propria struttura di contrasto – https://www.giovannifalcone.it/?s=provvedimenti+sanzionatori

Riciclaggio da evasione fiscale

In una recente circolare del 10 novembre 2020, l’Unità d’informazione finanziaria ha diramato una Circolare con la quale è stato presentato uno studio di ben 36 pagine per mezzo del quale è stato inquadrato il fenomeno degli illeciti fiscali nella lotta al riciclaggio di denaro sporco.

https://uif.bancaditalia.it/pubblicazioni/quaderni/2020/quaderno-15-2020/QAR_15_Indicatore_Cartiere.pdf

Nella realtà, lo studio, ha riguardato il mondo delle “frodi fiscali” che tanti danni provocano alle casse erariali, con particolare riferimento alla vita delle “cartiere”.

Insomma, parlare di illeciti fiscali nel riciclaggio di denaro sporco, senza precisare in alcun modo dall’importo soglia di danno erariale perché la condotta diventi reato presupposto al riciclaggio, significa aver perso una grande occasione per fornire un contributo di chiarezza all’intero settore. Oggi, le banche e non solo, forse per scongiurare i rischi di provvedimenti sanzionatori, spesso lunari, hanno maturato la convinzione di aver assunto il compito di “dover contrastare l’evasione fiscale” al pari se non oltre le stesse funzioni dell’amministrazione finanziaria.

Dico questo per sottolineare l’importanza del tema se consideriamo che il 50% del fatturato dei titolari di attività economiche (titolari di partita Iva), viaggia su conti extracontabili e come tali, costituenti il “nero aziendale” nell’attività d’impresa.

Ne ho parlato con centinaia di articoli https://www.giovannifalcone.it/?s=evasione+fiscale+e+frode+fiscale

Cliente già segnalato

Cosa fare al cospetto di un cliente già oggetto di segnalazione di operazione sospetta che reitera la propria condotta?

Come regolarsi?

Tutto tace! – Più volte ne ho parlato, raccontando anche delle esperienze pratiche vissute in proposito https://www.giovannifalcone.it/?s=cliente+gi%C3%A0+segnalato

Rischio alto – verifica rafforzata

Anche qui la situazione sembra in alto mare, dove si naviga a vista.

Si applicano in concreto, senza alcun esame di merito secondo l’approccio basato sul rischio,  le indicazioni contenute del Provvedimento della Banca d’Italia del 30 luglio 2019 e riguardante le “Disposizioni in materia di adeguata verifica della clientela per il contrasto al drl riciclaggio e del finanziamento del terrorismo”.

Come di consueto, ne ho parlato tanto in numerosi articoli: https://www.giovannifalcone.it/?s=verifiche+rafforzate

Per tutti i soggetti interessati ad approfondire tematiche della specie, invito tutti ad approfittare dell’offerta di accesso gratuito a termine https://www.giovannifalcone.it/prova-gratuita-10-giorni/

Buona navigazione!

Post precendente

Mondo scuola: Una soluzione per l’apertura!

Prossimo post

Procedura di valutazione dell’idoneità della classe dirigente fra gli Intermediari finanziari

Ultimi per