Conto corrente e decesso dell’intestatario unico
Conto corrente e decesso dell’intestatario unico

Banca & cliente: Conto corrente e decesso dell’intestatario unico

2 min di lettura
Print Friendly, PDF & Email

Banca & cliente: Conto corrente e decesso dell’intestatario unico

Un ultranovantenne è intestatario di due conti correnti, aperti in due banche diverse. Su entrambi i conti correnti vengono accreditati mensilmente bonifici da canoni di locazione riferibili ad alcuni appartamenti di sua proprietà.

E’ stato chiesto alle due banche se, in caso di decesso di questo soggetto, il previsto blocco dell’operatività dei conti correnti “dalla data di comunicazione del decesso alla dimostrazione della avvenuta presentazione della dichiarazione di successione al fisco” riguardasse solo le operazioni in uscita, per salvaguardare il regolare incasso dei canoni di locazione tramite bonifici in ingesso.

La banca A ha risposto che applicherà il blocco dell’operatività del conto corrente esclusivamente sulle operazioni in uscita, mentre gli accrediti – continueranno ad essere contabilizzati sul conto corrente.

La banca B, invece, si è espressa per un blocco operativo sia in ingesso che in uscita, il che creerebbe un ovvio disagio agli eredi.

E’ lecito tale orientamento?

M.B. – Napoli

R I S P O S T A

L’argomento è delicate e in material ci sono opinioni divergenti.

Ad ogni modo, appare preferibile l’orientamento alla cui stregua può sostenersi che il conto corrente di corrispondenza non si scioglie per la morte del correntista, visto che, in quest’ipotesi, al correntista si sostituiscono gli eredi, i quali potranno operare congiuntamente. Il comportamento della banca dovrà essere improntato ai canoni della correttezza e buona fede anche nei confronti degli eredi (decisone coordinamento Abf, Arbitro bancario finanziario, n.24360 del 6 novembre 2019).

Condivise queste premesse – ferma l’indisponibilità da parte degli eredi delle somme appartenenti al defunto fino alla dimostrazione della presentazione della dichiarazione di successione e della prova della qualità di erede – l’istituto di credito non potrà bloccare l’operatività del conto corrente sulle operazioni in entrata dei bonifici relativi ai canoni di locazione, che dovranno continuare ad essere contabilizzati sul conto.

DAL SOLE 24 ORE DEL 6 APRILE 2020

Post precendente

Banca & cliente: Srl, immobile di un socio acquistabile con un mutuo

Prossimo post

Mutui o finanziamenti con carte truccate!

Ultimi per